vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Malesco appartiene a: Regione Piemonte - Provincia del Verbano Cusio Ossola

Comitato Alpe Laurenzo

Nome Descrizione
Indirizzo Via Loana n.43
In data 8 dicembre 1975, in Malesco e davanti al Notaio Dottor Gabriele Lincio, viene costituito il CONSORZIO PER LE OPERE AGRARIE DI MIGLIORAMENTO SILVO PASTORALE DELL'ALPE LAURENZO IN COMUNE DI MALESCO.
Sono presenti e firmano l'atto costitutivo 15 persone. Il Consorzio ha lo scopo di promuovere, progettare e realizzare tutte le opere, in primo luogo l'acquedotto, per l'Alpe Laurenzo, nel quadro del miglioramento silvo pastorale della zona. Ha la durata di anni trenta, prorogabili.
Organi del Consorzio sono l'assemblea dei Soci ed il Consiglio Direttivo, formato da sette componenti che durano in carica cinque anni.
Possono fare parte del Consorzio coloro che si trovino nelle condizioni di proprietari o coltivatori nel comprensorio dell'Alpe Laurenzo.
L'Atto di costituzione del Consorzio viene registrato in Domodossola il 12 febbraio 1975 al N.684 Vol.203. Per la costruzione dell'acquedotto, obbiettivo principale del Consorzio, il sig. Ferruccio Barazzetti, nella riunione del 14 novembre 1976, si dichiara disposto a cedere il diritto di presa e derivazione di acqua per detto acquedotto al prezzo simbolico di L. 1.000. In tale concessione è compreso pure l'attraversamento di altri suoi fondi.
Verso la fine dell'anno 1977 viene concesso l'appalto per la costruzione dell'acquedotto alla Ditta Besana Germano di Buttogno. La costruzione procede regolarmente e negli anni seguenti vengono svolti normali lavori di manutenzione.
Nel 1988 sono necessari lavori di consolidamento del bacino di carica, in quanto le perdite sono sempre più consistenti. Per sostenere le relative spese viene richiesto un contributo all'Assessorato alla Montagna. Viene inoltre deciso di inserire a far parte del Consorzio la gestione del palorcio (piccolo impianto di teleferica di montagna) già precedentemete installato, potendolo considerare quale opera integrativa dell'acquedotto per lo sviluppo della zona.